domenica 17 novembre 2013

Fearless, Il Mondo Oltre Lo Specchio - Cornelia Funke

Ho appena finito il secondo romanzo della serie Il Mondo Oltre Lo Specchio di Cornelia Funke!
Cornelia Funke si riconferma con questo secondo romanzo tra le mie autrici preferite. Qui trovate la mia recensione del primo romanzo della serie, Reckless.
Attenzione: la seguente recensione con tiene spoiler per chi non ha ancora letto Reckless (il primo romanzo della serie).




Trama:

A Jacob Reckless restano pochi mesi di vita e una sola possibilità di salvezza... Gli occorrono quattro giorni e quattro notti per raggiungere il castello del vecchio nano Valiant e riabbracciare Volpe, la splendida e coraggiosa ragazza mutaforme. Troppo tempo nel Mondo Oltre lo Specchio per chi, come Jacob, ha per bagaglio la morte. E l'impronta di una falena che gli incenerisce il cuore, solo perché ha pronunciato il nome di una Fata Oscura. La speranza sembra celarsi in un'antica balestra appartenuta al re Guismund, la cui freccia può uccidere e insieme donare la vita. Anche Nerron il Bastardo, al servizio dei Goyl, i feroci guerrieri di pietra comandati da Kami'en, è alla ricerca del potente oggetto magico. Jacob, insieme a Volpe, deve affrettarsi se vuole imparare cosa significa restare vivo. Perché più la ragazza illumina la sua anima, più la falena annerisce la sua carne... Dopo "Reckless", un altro viaggio nel Mondo Oltre lo Specchio. Amore, morte e magia in una storia gotica e potente.


Valutazione:      |:)| |:)| |:)| |:)| |:|



Recensione:


Questa saga l'ho scoperta un po' per caso, ma si è rivelata tra le mie preferite: adoro la ripresa delle favole dei fratelli Grimm che, oggigiorno, tutti noi conosciamo. Leggere i libri di questa serie ti da la possibilità di entrare in quel mondo che tanto affascinava da bambini; un mondo dove vivono i folletti dispettosi, gli gnomi, le fate e le streghe; un mondo fantastico in cui puoi ritrovare amici persi da tempo come Cenerentola, la Bella Addormentata, Biancaneve, il Principe Ranocchio e chi più ne ha più ne metta.

Era stato un lungo inverno, e Volpe avvertiva i mesi trascorsi come brina sulla pelle. Erano successe così tante cose dall'ultima estate. Tutta quella puara per il fratello dii Jacob... e per Jacob stesso. Trappa paura. Troppo amore. 
Troppo di tutto.

In questo secondo romanzo ho imparato a conoscere meglio soprattutto i due protagonisti della saga: Jacob e Volpe. Soprattutto quest'ultima, la quale è in assoluto una dei miei personaggi preferiti, acquista un ruolo molto più impotante e fondamentale in questo secondo capitolo e vede finalmente riconosciute le sue doti e il suo ruolo al fianco del cacciatore di tesori. Durante tutto il libro questi due personaggi hanno imparato a conoscere le loro paure, i loro limiti e il loro amore. Purtroppo, in quanto a romanticismo la Funke non si è sprecata e la povera me, che sperava di vedere Jacob e Volpe finalmente insieme, non è stata troppo accontentata... tuttavia l'avvicinamento tra i due è notevole, quindi aspetto impaziente il terzo romanzo (purtroppo ancora inedito).

Si vedeva continuamente davanti il suo viso sfinito. Pretendi troppo da lei, Jacob. Troppo spesso l'unico regalo che le faceva era la paura : vissuta insieme, superata insieme, ma pur sempre paura, null'altro. Nella stalla della mangiabambini tutto questo era stato dimenticato. Avrebbe solo voluto proteggerla. Ma alla fine, come tante altre volte, era stata lei a doverlo aiutare.
Il ritmo è veloce e incalzante e i continui colpi di scena ti tengono incollato alle pagine del libro. 
Insomma, questo libro è davvero bello, non potete perdervelo!


P.S. QUI ci sono i primi capitoli del libro in anteprima!



A.

Nessun commento:

Posta un commento