venerdì 15 novembre 2013

Mai Giudicare Un Libro Dalla Copertina # 6

Vi presento le tre copertine di questa settimana! Sì, lo so che è tardissimo, ma me ne ero dimenticata... :(


La prima cover è di FATED di Alyson Noel. Mi piace un sacco questa copertina: la ragazza mi ricorda un sacco Pocahontas! Mi piace anche il filtro lilla della cover, davvero bella bella!



Trama:

Ultimamente a Daire Santos accadono cose strane. Gli animali la seguono, i corvi si fanno beffe di lei e gente luminosa viene fuori dal nulla. Preoccupata che Daire possa essere vittima di un esaurimento nervoso, sua madre la spedisce a Enchantment, New Mexico, dalla nonna che non ha mai conoscicuto.
 
Lì incontrerà Dace, un bellissimo ragazzo dagli occhi blu che aveva già visto prima... ma solo nei suoi sogni. E conoscerà meglio sua nonna —una donna che sembra vedere gli strani episodi di Daire per quello che sono: una chiamata dal suo reale destino come Cacciatrice di Anime. Lei può navigare tra il mondo dei morti e dei vivi.
Sua nonna le insegnerà da subito come maneggiare i nuovi poteri —ma è un'arte che deve essere padroneggiata molto in fretta. Perché il fratello di Dace è un malvagio mutaforma che vuole rubare i doni di Daire. Ora Daire deve abbracciare il suo destino di Cacciatrice di Anime e scoprire se Dace è il ragazzo con cui passerà la vita o il nemico che è destinata a distruggere.




La seconda cover della settimana è di ALICE IN ZOMBIELAND di Gena Showalter. Mi piace un sacco il vestito azzurro e la ragazza incorniciata da quello che sembrerebbe uno specchio; inoltre ho già letto questo libro ed è davvero fantastico, uno dei migliori tra i libri che ho letto l'anno scorso!



 Trama:

Se qualcuno mi avesse detto che la mia vita sarebbe cambiata in un momento, sarei scoppiata a ridere. E invece è proprio quello che è accaduto. Un attimo, un secondo, il tempo di un respiro, e tutto ciò che amavo è sparito. Mi chiamo Alice Bell, e la notte del mio sedicesimo compleanno ho perso la madre che adoravo, la mia sorellina e il padre che non ho mai capito finché non è stato troppo tardi. Quella notte ho scoperto che lui aveva ragione: i mostri esistono veramente. Gli zombie mi hanno portato via tutto. E adesso non mi resta che la vendetta... Per realizzare i suoi propositi, Alice dovrà imparare a combattere contro i non-morti e fidarsi del peggiore dei cattivi ragazzi della scuola, Cole Holland. Ma lui nasconde dei segreti. E quei segreti potrebbero rivelarsi persino più pericolosi degli zombie.




La terza e ultima cover è la copertina originale di TORN (Trylle Saga # 2) di Amanda Hocking. Se le copertine italiane di questa saga mi fanno schifo, quelle inglesi le adoro tutte! La cosa che più mi piace è il titolo: tutti quei ghirigori sono davvero fantastici!



Trama primo romanzo per evitare spoiler:

Wendy Everly ha diciassette anni, capelli sempre arruffati e un carattere insolitamente difficile. Vive con il fratello e la zia in una piccola, noiosa cittadina di provincia. La madre è ricoverata in una clinica psichiatrica, da quando ha tentato di uccidere la figlia il giorno del suo sesto compleanno. E stato allora che Wendy le ha sentito pronunciare per la prima volta un'accusa terribile: di avere in qualche modo preso, alla nascita, il posto del suo vero figlio. Adesso le giornate di Wendy trascorrono pigre, tra un liceo dove non s'impara nulla di davvero eccitante e una vita sociale e familiare prevedibile e monotona, quando va bene. Condizionare le azioni altrui con la forza del pensiero potrebbe essere un modo per scacciare la noia, ed è proprio quel che le capita e che non sa spiegare. Uno strano potere che viene da lontano ma di cui lei non può ricordare l'origine. A offrirle una conturbante risposta sarà Finn, un affascinante ragazzo da poco in città che si manifesta una notte alla finestra della sua stanza. È infatti lui che le rivelerà la sua vera identità di change-ling e le dischiuderà le porte di un mondo attraente e sconosciuto, duro e sconvolgente, dove la magia è di casa. Un mondo percorso da insidie cui Wendy scopre dolorosamente di appartenere, e dove le è riservato un destino più grande di quanto lei possa immaginare.



A.

Nessun commento:

Posta un commento