mercoledì 19 agosto 2015

TAG: I Diritti del Lettore!

Saaaalve a tutti so che vi sono mancata e per questo eccomi qui (che simpaticona che sono, dite la verità). Oggi vi propongo un tag carinissimo che ho letto in giro e spero tanto che piaccia anche a voi, vi elencherò le regole del lettore tratte da "Come un romanzo Daniel Pennac" e in base a queste risponderò a delle domande, cominciamo suuuubito.



1. IL DIRITTO DI NON LEGGERE
Un libro che non avete alcuna intenzione di leggere né ora ne mai.
L'unico libro che mi viene in mente e "L'ospite" di Stephen Meyer, ho letto qualche pagina tempo fa, ma l'ho subito abbandonato, però non si sa mai se alla fine lo leggerò ho sentito molte recensioni positive, fatemi sapere voi cosa ne pensate.

2. IL DIRITTO DI SALTARE LE PAGINE
Un libro che avete letto saltando le pagine, interi capitoli o magari soltanto lunghe descrizioni.
Devo dirvi che questo mi è capitato non poche volte, ma con i libri che i miei professori mi assegnavano, poiché mi riduco sempre all'ultimo e quindi mi ritrovo a dover leggere trecento pagine gli ultimi due giorni dalla data di scadenza e mi è successo con "Il diario di Anna Frank" o anche con "Il nome della rosa" di Umberto Eco, che alla fine non ho mai finito e non so se finirò mai sinceramente.

3. IL DIRITTO DI NON FINIRE UN LIBRO
Un libro che avete lasciato a metà.
"Un incantevole imprevisto" è stato il libro che ho lasciato a metà, ma punto di finirlo perché non mi piace lasciarli giacere nella mia libreria, ma ragazzi, è veramente troppo lento, non si può proprio.

4. IL DIRITTO DI RILEGGERE
Il libro che avete riletto più spesso.
In realtà non sono una che rilegge i libri, ma quando ero più piccola mi è capitato di riprendere più volte in mano il libro "Quattro e un paio di jeans" (il primo), perché mi piaceva davvero un sacco, era uno dei primi libri "romanzati" che leggevo.

5. IL DIRITTO DI LEGGERE QUALSIASI COSA
Un libro "per bambini" che avete letto da adulti oppure un libro "per adulti" che avete letto da ragazzini.
Qualche anno fa ricordo di essere andata alla Feltrinelli e di aver visto un libro carinissimo (con la copertina piena di brillantini) sulle fate e allora, siccome non avevo trovato nessun altro libro che mi interessasse, decisi di prendere quello e non me ne sono pentita, a dirvi la verità.

6. IL DIRITTO AL BOVARISMO
Il libro che più vi ha fatto desiderare di essere tra le sue pagine di avere la vita dei protagonisti.
Ragazzi qui sul serio non so cosa dire, mi viene da pensare a "Uno splendido disastro" giusto per andare sul sicuro, tanto amore e va bene così hahaha.

7. IL DIRITTO DI LEGGERE OVUNQUE
Il posto più strano in cui l'avete fatto. Ehm, cioè, il posto più strano in cui avete letto!
Il massimo della fantasia e del pericolo: in spiaggia.



8. IL DIRITTO DI SPIZZICARE
Il libro che spizzicate con maggiore frequenza, perché ne sentite più spesso la mancanza.
Dipende molto spesso dal mio umore, quindi non saprei dirvi.

9. IL DIRITTO DI LEGGERE A VOCE ALTA
Un libro che almeno una volta avete provato a leggere a voce alta.
Mmh, generalmente mi capita di leggere ad alta voce quando c'è un momento davvero emozionante nella storia, ma non so perché faccio così (ah la mia testolina pazza).

10. IL DIRITTO DI TACERE
Un libro che vi ha sconvolto così tanto (in senso positivo o negativo) da non voler condividere quelle emozioni con nessuno.
Non saprei, forse appena finito non ne parlo, ma dopo si anche perché mi piace condividere con gli altri le opinioni sui libri che ho letto e anche consigliarli, per sapere anche loro cosa ne pensano.

Ragazzi il post finisce qui spero tanto vi sia piaciuto e se lo fate anche voi mettetemi il link al vostro blog nei commenti, sono curiosa di leggere i vostri post, un abbraccio ciccioso a tutti!

Sara

Nessun commento:

Posta un commento