domenica 1 marzo 2015

Shatter Me - Tahereh Mafi

Ciao a tutti, oggi sono un po' di fretta e ho dovuto decidere se scrivere la recensione di Shatter Me o la Weekly Recap e alla fine ho pensato che questa recensione avrebbe potuto interessarvi di più. Comunque la Weekly Recap la pubblicherò domani pomeriggio appena torno a casa. ;)
Shatter Me è il primo romanzo di una trilogia distopica ambientata in un futuro abbastanza probabile, dove i sopravvissuti di un mondo ormai inospitale a causa dei nostri errori, lottano tra di loro per il potere. 
Questo primo volume è stato tradotto anche in italiano con il titolo Schegge Di Me, tuttavia la casa editrice Rizzoli ha deciso di non proseguire con la pubblicazione dei seguiti, e di conseguenza ho preferito partire direttamente in lingua originale.


Titolo: Shatter Me
Autore: Tahereh Mafi
Data di uscita: ottobre 2012
Prezzo: 11,83 euro (prezzo Amazon)

Trama: 264 giorni segregata in una cella, senza contatti con il mondo. Juliette non può parlare con nessuno, e nessuno deve avvicinarla, perché ha un potere terribile: se tocca una persona la uccide. Agli occhi dell'organizzazione che l'ha rapita il suo potere è un'arma stupefacente, per lei è una maledizione. Un giorno però nella cella viene spinto Adam. Juliette non vuole fargli del male, e così lo tiene a distanza. Ma Adam non sa del suo potere, e mentre lei dorme in preda agli incubi la prende tra le braccia per confortarla. Da quel momento tutto cambia, perché Adam, immune al tocco di Juliette, è l'unico che può accettarla così com'è. Insieme progettano la fuga, alla ricerca di un mondo che non la consideri più né un'arma né un mostro, ma una persona speciale, che con il suo potere può fare la differenza.


Valutazione (anche un po' più di 3 e mezzo a dire il vero)

Recensione:

Okay, appunti alla mano, libro, tazza di tè e tanta ispirazione per scrivere questa recensione davvero complicata. Partiamo.
Shatter Me è stata una lettura davvero strana; una di quelle che mentre la leggi sei emozionata e presa dalla narrazione, ma poi ripensandoci ti accorgi di molti dettagli stonati. Siccome la mia opinione su questo libro era davvero confusa, sono ricorsa al piano di emergenza e ho deciso di leggere qualche recensione su Goodreads per schiarirmi le idee: non lo avessi mai fatto! Tutte le recensioni su questo libro sono valutate o cinque stelle o una stella, non ci sono vie di mezzo, il pubblico è letteralmente diviso. Probabilmente sono una delle poche ad averlo trovato un buon libro ma non una cosa favolosa.
Il libro è ambientato in un futuro imprecisato, dove la terra e gli animali sono avvelenati a causa dello sfruttamento umano. I superstiti a questa crisi si contendono il potere e le risorse rimaste: da una parte c'è la Restaurazione, una sorta di dittatura che vuole il totale controllo, dall'altra ci sono dei gruppi di resistenza che non vogliono sottomettersi al nuovo regime. Per quanto poco dettagliato in confronto alla love story dei protagonisti, questo scenario distopico creato dalla Mafi promette bene.
Tutto ciò che ho sempre desiderato è uscire e poter toccare un altro essere umano non solo con le mie mani, ma con il mio cuore.
WARNER FROM UNRAVEL ME TUMBLRI personaggi forse sono quelli curati meglio. Juliette ha una psicologia talmente complicata che mi ci vorrebbe tutto il giorno per fare un'analisi approfondita. Juliette ha un potere tremendo: se la sua pelle viene a contatto con quella di un'altra persona, questa muore. E' per questo che per tutta la sua vita è stata isolata, senza mai avere alcun tipo di contatto con gli altri, senza mai avere dei veri legami. Ed è questo che la porta ad essere un personaggio così frammentato e altalenante. Le scelte di Juliette spesso sono difficili da condividere, di certo non la metterei tra le mie eroine preferite, ma non posso criticare i suoi comportamenti visto il suo passato. Il suo continuo bisogno di contatto (a volte davvero esagerato), la sua necessità di affetto e perfino l'amore a prima vista con Adam, sono tutte conseguenze di questo isolamento. 
"Non puoi toccarmi" sussurro. E' una bugia, ecco cosa non dico. Può toccarmi, ecco cosa non dirò mai. Ti prego toccami, ecco ciò che vorrei dirgli.
Adam è la scintilla di speranza nella vita di Juliette. E' il principe azzurro dall'armatura scintillante che ogni principessa desidera, è davvero un ragazzo perfetto, ma non so perché non mi ha convinta. Sarà tutta questa perfezione, sarà il suo amore nei confronti di Juliette (l'insta-love da parte di lei posso capirlo, ma da parte di lui non molto), saranno tutti i suoi segreti, ma secondo me questo personaggio non me la racconta giusta. Non ne conosco le ragioni, ma Adam non mi ha intrigata come sarebbe dovuto succedere. Al contrario sono rimasta davvero colpita da quello che dovrebbe essere il cattivo della storia, Warner, figlio del capo della Restaurazione, nonché psicopatico bipolare. Anche se la mia simpatia per i personaggi psicopatici inizia a preoccuparmi, Warner mi ha davvero incuriosita. A differenza di Adam era imprevedibile e molti dei suoi comportamenti risultavano incomprensibili, tanto da spingerti a leggere la novella dal suo punto di vista (sì, l'ho ordinata). La sua ossessione per Juliette a volte (spesso) ti terrorizza e a volte ti sorprendi a pensare "Awww che carino", ma non riesci mai davvero a decidere se ti piace o se lo odi. 
Eppure la tenerezza che leggo nella sua voce mi lascia senza parole. Il suo desiderio sincero di sapere. Ricorda un cane randagio, furioso e indemoniato, pronto a scatenare il finimondo ma che allo stesso tempo desidera di essere benvoluto, accettato. Di essere amato.
(March) Read in two days, couldn't put it down. My only complaints are: 1. Trendy teen speak 2. I knew there wouldn't be a sex scene and I was so right. Every time it was going to happen, there was an interruption.  3. Too much like every other book. The end alone turned into Hunger Games, Xmen style. That said, I've already begun the next book. I don't love this series, but it does get me lost in Juliette's world. That's worth reading and enjoying.Ma passiamo ora ad un dettaglio non da poco, ovvero uno dei principali motivi che hanno diviso i lettori: lo stile del libro. Sì, Shatter Me è davvero particolare sotto questo punto di vista. Le metafore e le ripetizioni posso infastidire chi non è abituato ad un genere un po' più poetico (infatti gli americani, i quali certo non brillano per la poetica, non l'hanno apprezzato), ma io l'ho trovato geniale. Tutto il romanzo è dal punto di vista di Juliette, quindi penso che inserire tutte quelle ripetizioni e i suoi voli pindarici siano stati un'ottima mossa, poiché rafforzano maggiormente la descrizione del personaggio e la sua psiche instabile
Ho avuto anche modo di leggere qualche capitolo in italiano, visto che un giorno mi sono dimenticata il libro a casa e avevo dietro solo il mio cellulare con su la versione italiana, e devo dire che nella traduzione lo stile della Mafi perde un po' di poeticità e credibilità, quindi se sapete l'inglese vi consiglio di leggere il romanzo in lingua.
Ho trascorso un'esistenza intera fra le pagine dei libri.
In mancanza di relazioni umane, ho stretto legami con personaggi di carta. Ho sperimentato l'amore e la perdita per mezzo di storie ambientate nel passato; ho vissuto l'adolescenza di riflesso.
Come dicevo all'inizio, però, ci sono stati troppi dettagli stonati: troppe vicende lasciate al caso, troppe coincidenze (che non posso rivelarvi altrimenti faccio spoiler), superpoteri extra che compaiono a caso e cui nemmeno la protagonista sa dare una spiegazione. Molte questioni hanno bisogno di essere approfondite, altrettante potevano essere studiate un po' meglio, anche se durante la lettura non ne sono rimasta troppo infastidita. 
Spero che nei prossimi libri ci sia un po' più di azione e spiegazioni valide per i poteri di Juliette e tutto ciò che vi è collegato, perché questa serie potrebbe davvero essere brillante e avvincente.
In conclusione posso dirvi che il romanzo mi è piaciuto e che sono davvero curiosa di leggere come prosegue, ma per tutti i motivi precedentemente elencati non posso promuoverlo a pieni voti. A questo punto non vi rimane che leggerlo, se non lo avete ancora fatto, e decidere da soli. ;)


Nanw.

Nessun commento:

Posta un commento