sabato 17 gennaio 2015

Some Quiet Place - Kelsey Sutton

Buona sera! Oggi porto a termine le recensioni che mi restavano in sospeso con questo post in cui vi parlo dell'ultimo libro letto (con Memorie Di Una Geisha sono ancora in alto mare, ahimè): Some Quiet Place di Kelsey Sutton. Questo libro paranormal mi è stato regalato dalla mia ADORATA SOCIA che ringrazio ancora tanto tanto tanto! <3


Titolo: Some Qiuet Place
Autore: Kelsey Sutton
Data di uscita (USA): giugno 2013
Prezzo: 9,99 $ (inedito in Italia)

Trama: Elizabeth Caldwell non sente le emozioni...le vede. Desiderio, Vergogna e Coraggio si materializzano attorno ai suoi compagni, Furia e Risentimento appaiono nella sua casa. Hanno tutti rinunciato con Elizabeth perché non soccombe al loro tocco. Tutti, tranne uno, Fear (paura). E' affascinato da lei, e vuole capire disperatamente l'incidente che ha cambiato la vita di Elizabeth per sempre. Elizabeth e Fear sentono che la chiave del suo passato è nascosta nei sogni che Elizabeth ha trasformato uno dopo l'altro in dipinti. Ma un'oscura minaccia ha iniziato a perseguitarla, ed Elizabeth riesce a malapena ad evitare la sua famiglia per cercare di scoprire la verità su se stessa. Quando arriverà il momento, sarà capace di affidarsi a Fear per essere salvata?


Valutazione

Recensione:


Cavoli, non mi stancherò mai di dirlo, ma... perché non traducono mai QUESTI libri e preferiscono invece pubblicare i soliti cliché che hanno stufato?? Ultimamente non sto più leggendo paranormal in italiano perché sono tutti uguali tra loro, e non è una questione di genere perché ti basta leggere le trame di alcuni libri tra i più venduti all'estero per capire che il paranormal ha ancora molto da dare oltre alla solita storia dell'umana e la creatura sovrannaturale che s'innamorano e affrontano tanti brutti cattivi! Infatti la prima parola che mi viene in mente per descrivere questo libro è ORIGINALE. Basta leggere la trama per capire che non ci troviamo di fronte ai soliti personaggi e alla solita trama scontata: Elizabeth non prova alcuna emozione, però le può vedere. Sì perché in un'altra dimensione diversa dalla nostra esistono le Emozioni, esseri sovrannaturali ed immortali il cui compito è girare per tutto il mondo e far provare agli esseri umani tutte quelle emozioni che noi tutti conosciamo. 
C'è una forma per ogni singola cosa. C'è un'essenza per la Luce, la Canzone, il Vento, l'Erba, la Vita, e la Morta. Inverno, Primavera,Autunno. Gli Elementi e le Stagioni. Loro fanno parte del nostro mondo e ne sono esclusi. Loro esistono su un altro piano, creature come spiriti che gli umani non possono sentire o vedere... a meno che non siano strani, come me.
Elizabeth è un personaggio particolare: per una buona volta l'eroina della situazione risulta apatica per una ragione ben precisa e devo dire che la Sutton è riuscita pienamente nell'intento. A volte t'innervosisci pure per la completa mancanza di empatia di Elizabeth, perché è qualcosa che non riesci bene a concepire. Non si può certo dire che sia un personaggio facile da amare, però io l'ho apprezzata comunque: nonostante non riesca a provare nulla, a Elizabeth importa delle persone che la circondano e vuole il loro bene.
C'è qualcosa di mancante nella ragazza che vedo nello specchio in confronto a quella di quelle foto: una sorta di anima.
Tutte le Emozioni hanno rinunciato a scoprire il mistero legato all'apatia di Elizabeth, tranne Fear (la Paura). Oh, che personaggio! Non mi ritengo un'amante del pericolo ma mi sono innamorata della Paura: carismatico, misterioso, a volte testardo e arrogante, ma sempre protettivo nei confronti di Elizabeth, un mistero che lui è deciso a svelare.
A contendersi il cuore di ghiaccio di Elizabeth c'è anche Joshua, il dolcissimo ragazzo che frequenta la stessa scuola della protagonista e, nonostante le sue stranezze, se ne innamora. Joshua è davvero un ragazzo d'oro, quello che certamente presenteresti ai tuoi, quello che s'impegna affinché tutto vada nel verso giusto e si preoccupa degli altri.
E' per colpa di questi due personaggi così ben fatti che ho odiato il triangolo amoroso. Non ci stava per niente, non era funzionale alla trama, ti faceva solo arrabbiare perché sai che alla fine uno di loro due rimarrà inevitabilmente deluso e con il cuore a pezzi.
Lui prova a nascondere i suoi sentimenti da me, ma io sento il tumulto dentro di lui, una vorticosa massa di oscurità e luce che combattono costantemente l'una contro l'altra. Nel bel mezzo ci sono io.
Fear is coming.
Un'altra cosa che mi ha fatto abbassare il punteggio della valutazione è stato il finale: non era ciò che mi aspettavo e non reggeva a confronto con il resto del libro. Insomma, il libro finisce e ci sono ancora un sacco d'interrogativi aperti. E la cosa peggiora quando scopri che Where Silence Gathers non è il seguito, bensì una storia in parallelo che non c'entra niente con Some Quiet Place. Sono rimasta abbastanza delusa da questo troncamento netto che ha subito il finale, soprattutto dopo un'intero libro pieno di colpi di scena in grado di farti rimanere col fiato sospeso. E' stato come mettermi uno squisito panino ciccione sotto il naso e poi togliermelo quando lo stavo per addentare. Non si fa, non si smorza così l'entusiasmo dei lettori.
Comunque, nonostante il finale che lascia l'amaro in bocca, il libro vale davvero la pena di essere letto per l'assoluta originalità della trama. La storia avvincente e misteriosa, unita alla scrittura incalzante ma per niente complessa dell'autrice, vi sapranno catturare ed emozionare.
Penso che prima o poi leggerò anche Where Silence Gathers visto che il mondo ricreato dalla Sutton mi è piaciuto molto, ma per ora mi accontento di questo primo avvincente libro.


Nanw.

2 commenti:

  1. Questo libro sembra davvero originalissimo e, lasciamelo dire, ha una copertina davvero meravigliosa!
    Aimè hai proprio ragione...anche io mi chiedo perchè in Italia non pubblichino libri come questi.
    Mi piacerebbe molto poterlo leggere un giorno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì la cover è stupenda *_*
      Devi leggere questo libro, magari prima o poi esce anche in italiano, ma ormai non ci spero più nel bun senso delle case editrici :S

      Elimina