venerdì 18 aprile 2014

Mai Giudicare Un Libro Dalla Copertina # 27

 Buon venerdì! Oggi vi presento tre copertine a tema "stellare". In realtà le stelle non sono esattamente l'elemento centrale di queste tre cover, ma fanno filo conduttore. Se ne stanno sullo sfondo e ci ricordano che qualsiasi cosa accada, loro sono sempre lì, sopra di noi.



La prima cover è di LOVE LETTERS TO THE DEAD di Ava Dellaira. Non appena ho visto questa copertina, me ne sono innamorata. Questa è in assoluto una delle copertine che preferisco. Le gradazioni dei colori del cielo sullo sfondo, le lettere del titolo così grandi ma per niente ingombranti, e anche la tipa là in mezzo non ci sta male.
Questo libro non è ancora uscito in italiano (è uscito in inglese il 1 Aprile), ma non disperate, uscirà a giugno (probabilmente) per Sperling & Kupfer con il titolo Noi Siamo Grandi Come La Vita. Non vedo l'ora di leggerlo!


Trama (tradotta da me):
E' iniziato tutto come un compito d'inglese: scrivi una lettera ad una persona morta. Laurel sceglie di scrivere a Kurt Cobain perché sua sorella, May, lo amava. E poi morì giovane, proprio come May. Presto, Laurel si ritrova un quaderno pieno di lettere a persone morte, come Janis Joplin, Amy Winehouse, Amelia Earhart, Heath Ledger, e altri; pensando di non darne nemmeno una alla sua insegnante. Scrive dell'inizio del liceo, del frequentare nuove amicizie, dell'innamorarsi per la prima volta, dell'imparare a vivere con la sua famiglia a pezzi. E finalmente dell'abuso che ha subito quando May avrebbe dovuto badare a lei. Solo dopo che Laurel avrà scritto la verità su cosa le è accaduto, potrà accettare cosa è accaduto a May. E solo quando Laurel inizierà a vedere sua sorella come la persona che è davvero; amorevole e straordinaria e profondamente imperfetta; solo allora potrà iniziare a scoprire il suo personale cammino.



La seconda cover è di FOR DARKNESS SHOWS THE STARS di Diana Peterfreund. Non ho ancora capito perché la protagonista abbia un nome maschile, ma questo libro sembra abbastanza intrigante. Putroppo è inedito in Italia, quindi è disponibile solo in lingua inglese.



Trama:
Sono passate alcune generazioni da quando un esperimento genetico finito male ha causato la Riduzione, decimando l'umanità e dando avvio all'ascesa della nobiltà Luddista che ha dichiarato fuori legge la maggior parte della tecnologia.

Elliot North ha sempre conosciuto il suo posto nel mondo. Quattro anni fa, Elliot ha rifiutato di fuggire via con il suo primo innamorato, il servo Kai, scegliendo il dovere all'interno della tenuta di famiglia al posto dell'amore. Da allora il mondo è cambiato: una nuova classe di Post-Riduzionisti sta spingendo la ruota del progresso, e la tenuta di Elliot sta andando in rovina, costringendola ad affittare la terra al misterioso Cloud Fleet, un gruppo di costruttori navali che include il rinomato Capitano Malakai Wentforth - un quasi irriconoscibile Kai.
E mentre Elliot si domanda se questa non potrebbe essere la loro seconda chance, Kai sembra determinato a mostrarle esattamente a che cosa ha rinunciato, quando lo ha lasciato andare.
Ma presto Elliott scopre che il suo vecchio amico serba un segreto - uno che potrebbe cambiare la loro società... o gettarla in ginocchio.
E di nuovo, sarà posta di fronte a una scelta...



Della terza e ultima copertina non penso di dovervi dire molto. Ormai sarò diventata morbosa, ma è tutto un piano malefico per convincervi a leggere questa saga. Questa è la copertina originale dell'ultimo libro della saga di Delirium, REQUIEM. Queste cover sono decisamente più belle di quelle con il faccione della tipa! Comunque qui trovate la recensione del primo romanzo e qui quella del terzo; il secondo non c'è perché l'ordine non è il mio forte... :D



Trama del primo libro per evitare spoiler:

Nel futuro in cui vive Lena, l’amore è una malattia, causa presunta di guerre, follia e ribellione. È per questo che gli scienziati sottopongono tutti coloro che compiono diciotto anni a un’operazione che li priva della possibilità di innamorarsi.

Lena non vede l’ora di essere “curata”, smettendo così di temere di ammalarsi e cominciare la vita serena che è stata decisa per lei. Ma mancano novantacinque giorni all’operazione e, mentre viene sottoposta a tutti gli esami necessari a Lena capita l’impensabile. Si infetta: si innamora di Alex. E questo sentimento è come ritornare a vivere, in una società di automi che non conosce passione, ma nemmeno affetto e comprensione, Lena scoprirà l’importanza di scegliere chi si vuole diventare e con chi si vuole passare il resto della propria vita...

Nanw.

Nessun commento:

Posta un commento