mercoledì 19 marzo 2014

The Last Song - Nicholas Sparks

Cari lettori, oggi ho deciso di recensire un libro che ho letto e riletto. Si tratta di uno dei capolavori di Nicholas Sparks (autore che personalmente mi ha fatta emozionare molte volte con i suoi romanzi d'amore) e in particolare di “L'Ultima Canzone”, che in inglese suona molto meglio: THE LAST SONG. Non so se alcuni di voi già lo sanno, ma di questo libro è stato fatto anche un bellissimo film (fedelissimo alla trama visto che la sceneggiatura è stata scritta dallo stesso autore) nel 2010, con protagonisti Miley Cyrus e Liam Hemsworth. La storia personalmente la trovo molto bella, originale, strappa lacrime e mi piace come l'autore abbia lasciato spazio ai pensieri di ciascun personaggio principale. Ora non voglio dilungarmi troppo, vi lascio alla trama e poi alla mia recensione!


Trama:
A quattordici anni, la vita di Veronica Miller, detta Ronnie, è stata completamente stravolta dal divorzio dei genitori e dall'allontanamento del padre, che da New York si è trasferito a Wilmington, in North Carolina. Tre anni dopo Ronnie è ancora furiosa, soprattutto con lui, che non vede quasi mai. Finché sua madre non decide - nell'interesse di tutti, secondo lei - di mandarla a trascorrere l'estate nella sperduta cittadina affacciata sull'oceano dove il padre di Ronnie, ex pianista e insegnante di musica, vive un'esistenza tranquilla in sintonia con la natura, tutto concentrato nella creazione di un'opera destinata alla chiesa locale.

Valutazione



Recensione:

Ronnie, ragazza ribelle che vive la vita in modo spensierato, frequentando compagnie che la madre non approva e che la portano ad erigere un muro con il resto del mondo, è costretta a fare i conti con una vita totalmente diversa da quella che conduce a New York. Infatti, a causa della decisione irrevocabile della madre, viene spedita in North Carolina con il fratellino, da quello che lei non considera neanche più un padre. La prospettiva di passare tutta l'estate ad evitare il padre e a trovare qualcosa da fare in una città che sembra non conoscere la parola “divertimento”, non è certo ciò di cui Ronnie avrebbe avuto bisogno. Quando ormai Ronnie è convinta che quell'estate potrebbe considerarla la peggiore della sua vita, ecco che incontra Will, il tipico ragazzo abbronzato, sicuro di sé e circondato da bionde alte e bellissime che cercano qualsiasi modo per attirare la sua attenzione. In un primo momento la conoscenza tra i due sembra essere minata dal carattere evasivo di Ronnie, ma Will non demorde e pian piano Ronnie inizia ad aprirsi di più con lui e a lasciarsi conoscere.

La guardò con la certezza assoluta di essersi innamorato. La strinse a sé e la baciò sotto il manto di stelle, chiedendosi come fosse mai stato possibile avere avuto la fortuna di averla incontrata!
I due vivono delle esperienze che a New York Ronnie non avrebbe mai potuto sperimentare, come sorvegliare per una notte intera un nido di tartarughe, o stare sdraiati sulla spiaggia a guardare il tramonto del sole. Grazie al rapporto che si instaura con Will, Ronnie riesce a perdonare il padre e ad aprirsi di nuovo alla magia della musica che lo stesso padre le aveva trasmesso. Proprio quando quell'estate che sembrava essere il suo incubo inizia ad essere la più intensa e la più bella di tutte, ecco che pian piano potrebbe trasformarsi in qualcosa che Ronnie non si sarebbe mai aspettata..

Per quanto la vita possa essere complessa e nonostante i rimpianti, ci sono stati momenti in cui mi sono sentito sinceramente toccato dalla grazia... Di solito, questi momenti non durano a lungo; vanno e vengono come la brezza marina. Ma a volte durano per sempre.
Questo romanzo non solo è bello perché parla di una storia d'amore tormentata da incubi del passato e del presente, ma è anche un libro che tratta il rapporto tra padre e figlia come qualcosa di speciale, come di un rapporto che può rivelarsi doloroso a volte, ma anche dare tanta gioia e felicità.

Al principio c'è il mistero, al termine la conferma, ma nel mezzo ci sono le emozioni che arricchiscono l'intera esperienza. Per la prima volta da mesi, non provava alcun dolore e sapeva che i suoi interrogativi avevano trovato una risposta.

Personalmente tutte le volte che rileggo questo libro, nonostante io sappia la storia praticamente a memoria, finisco sempre per imparare qualcosa di nuovo. Credo non sia un romanzo che va bene solo per ragazzi, perché è una storia che parla di amore tra due ragazzi si, ma anche di amore paterno e fraterno, e si sa, l'amore per la famiglia è sempre immenso. Vi invito caldamente a leggerlo se non l'avete già fatto!

Devi capire che a volte occorre un po' di tempo per riconoscere ciò che Dio vuole da noi. Spesso succede così. Di solito la voce di Dio non è altro che un bisbiglio, e bisogna ascoltare con grande attenzione per distinguerla. Ma altre volte, la risposta è evidente e risuona forte come la campana di una chiesa.

Kala. 

Nessun commento:

Posta un commento