venerdì 21 marzo 2014

Mai Giudicare Un Libro Dalla Copertina # 23

Buonasera! Sono un po' in ritardo con le copertine di questa settimana ma sono malatticcia e reduce di un consiglio di classe che mi ha dato la mazzata finale! Beh, sempre meglio tardi che mai, no?
Questa settimana non seguo un tema in particolare, se non che le prime due copertine sono state disegnate dalla stessa persona, ovvero Nicoletta Ceccoli, e la terza cover è qui questa settimana perché è la SUA settimana. 
Piccola noticina prima di inizare a presentare le cover: tutte e tre sono state pubblicate in Italia, quindi se v'ispirassero il libri, basta cercarli in libreria! ;)



La prima cover è di STRIGES LA VOCE DELL'OMBRA di Barbara Baraldi. Benché molto diversa dalla cover del primo libro, rimane comunque bellissima. Mi piacciono molto le copertine disegnate, un po' perché disegnare è un'altra delle mie passioni, un po' perché a volte hanno più personalità. Di questa cover mi piace soprattutto il contrasto tra i capelli rossi della bimba (?) e il vestitino azzurro, oltre che le farfalle nei capelli, che si notano solo dopo uno sguardo più attento a causa del colore molto simile al rosso dei capelli.


Trama del primo libro per evitare spoiler:
Zoe ha gli occhi gialli come quelli di un animale selvatico. Non ci sarebbe nessun problema se fosse un gatto o una civetta, ma non potendo volare via, un giorno ha dovuto imparare a graffiare. Da allora è Zoe la cattiva e i suoi unici amici sono Chloe, perennemente innamorata del ragazzo sbagliato, e il pianoforte. Solo quando si abbandona alle sue note Zoe riesce a riempire il vuoto che ha dentro e a lenire il dolore per la perdita di sua madre, morta in un misterioso incidente. Il suo cuore è una pietra, e Zoe è convinta che non si innamorerà mai. Fino a quando nella sua vita non irrompe Sebastian, un ragazzo dagli occhi di smeraldo capace di strappare il velo che la protegge dal mondo. Eppure Sam, proprietaria della caffetteria Bloody Mary, la mette in guardia: Sebastian è pericoloso, e lei dovrà rinunciare al suo amore. Zoe è disperata: come può ucciderla l'unica cosa che l'abbia mai fatta sentire viva? La risposta è sepolta in un lontano passato, un tempo buio in cui un Inquisitore arse sul rogo la stessa strega che lo infiammò d'amore...



La seconda cover di questa settimana è di DI ME TI DIRANNO CHE HO UCCISO UN ANGELO diGisella Laterza. Devo dire che ho addocchiato questo libro già qualche tempo fa e la sua copertina mi ha subito conquistata. Oltre che ispirarmi molto la trama, mi è piaciuto un sacco l'alone di mistero e fascino senza tempo che emana il disegno. La copertina è stata realizzata come se fosse quella di un vecchio libro, e che se ne dica i libri vecchi hanno fascino.


Trama:
È quasi l'alba. Aurora, di ritorno da una festa, sta per addormentarsi sul tram che la porta a casa. Forse è stanca e stordita, forse sta solo fantasticando, ma lo sconosciuto che all'improvviso le rivolge la parola ha un fascino così misterioso da non sembrare umano. In un'atmosfera sospesa tra sogno e realtà, Aurora ascolta la sua storia. La storia di un angelo caduto sulla terra per amore di una demone, deciso a compiere un lungo viaggio alla scoperta dei sentimenti umani per divenire mortale. Un'avventura che forse non è soltanto una fiaba, perché raccontare una storia - e ascoltarla - è il primo passo per farla diventare reale.



Terza è ultima cover è dell'acclamatissimo e attesissimo ALLEGIANT di Veronica Roth. Questo libro è uscito qualche giorno fa e fra ieri e oggi sta uscendo in giro per il mondo (trannhe che in Italia, ovviamente) il film del primo libro, Divergent. Tutti discutono sul significato dell'onda in copertina; la mia opinione è questa: quelle sono le lacrime che verserete mentre leggerete questo libro (qui trovate la mia recensione). In ogni caso, qualsiasi cosa voglia dire, mi piace molto l'effetto dell'acqua spumeggiante sullo sfondo arancio.


Trama del primo romanzo per evitare spoiler (leggeteli!!):
Dopo la firma della Grande Pace, Chicago è suddivisa in cinque fazioni consacrate ognuna a un valore: la sapienza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, l'amicizia per i Pacifici, l'altruismo per gli Abneganti e l'onestà per i Candidi. Beatrice deve scegliere a quale unirsi, con il rischio di rinunciare alla propria famiglia. Prendere una decisione non è facile e il test che dovrebbe indirizzarla verso l'unica strada a lei adatta, escludendo tutte le altre, si rivela inconcludente: in lei non c'è un solo tratto dominante ma addirittura tre! Beatrice è una Divergente, e il suo segreto - se reso pubblico - le costerebbe la vita. Non sopportando più le rigide regole degli Abneganti, la ragazza sceglie gli Intrepidi: l'addestramento però si rivela duro e violento, e i posti disponibili per entrare davvero a far parte della nuova fazione bastano solo per la metà dei candidati. Come se non bastasse, Quattro, il suo tenebroso e protettivo istruttore, inizia ad avere dei sospetti sulla sua Divergenza...


Nanw.

Nessun commento:

Posta un commento