lunedì 27 gennaio 2014

Uno Splendido Disastro - Jamie McGuire

Ieri ho finito di leggere questo libro e per non rischiare di tralasciare anche solo qualche piccolo dettaglio, ho deciso che mi sarei subito dovuta mettere all'opera per farne una recensione! 
Spero che dopo la mia recensione almeno qualcuno di voi decida che è un libro che vale la pena leggere! 

Trama: 
Camicetta immacolata, coda di cavallo, gonna al ginocchio. Abby Abernathy sembra la classica ragazza perbene, timida e studiosa. Ma in realtà Abby è una ragazza in fuga. In fuga dal suo passato, dalla sua famiglia, da un padre in cui ha smesso di credere. E ora che è arrivata alla Eastern University insieme alla sua migliore amica per il primo anno di università, ha tutta l’intenzione di dimenticare la sua vecchia vita e ricominciare da capo.
Travis Maddox di notte guida troppo veloce sulla sua moto, ha una ragazza diversa per ogni festa e attacca briga con molta facilità. Dietro di sé ha una scia di adoratrici disposte a tutto per un suo bacio.
C’è una definizione per quelli come lui: Travis è il ragazzo sbagliato per eccellenza.
Abby lo capisce subito appena i suoi occhi incontrano quelli profondi di lui e sente uno strano nodo allo stomaco: Travis rappresenta tutto ciò da cui ha solennemente giurato di stare lontana. Eppure Abby è assolutamente determinata a non farsi affascinare. Lei no, non ci cadrà come tutte, lei sa quello che deve fare, quel ragazzo porta solo guai. Ma quando, a causa di una scommessa fatta per gioco, i due si ritrovano a dover condividere lo stesso tetto per trenta giorni, Travis dimostra un’inaspettata mistura di dolcezza e passionalità. Solo lui è in grado di leggere fino in fondo all’anima tormentata di Abby e capire cosa si nasconde dietro i suoi silenzi e le sue improvvise malinconie. Solo lui è in grado di dare una casa al cuore sempre in fuga della ragazza. Ma Abby ha troppa paura di affidargli la chiave per il suo ultimo e più profondo segreto…



Valutazione: |:)| |:)|  |:)|  |:)|  

Recensione: 

Inizio subito dicendovi che questo libro, oltre ad averlo trovato assolutamente scritto in modo molto scorrevole, l'ho divorato in soli due giorni. Inizialmente quando ne avevo sentito parlare, pensavo fosse uno dei soliti libri che parla di problemi adolescenziali che una volta letto lo si dimentica facilmente proprio perché non ha niente di particolare rispetto agli altri libri. E invece sono stata sorprendentemente e felicemente colpita per averlo trovato un bel libro proprio perché diverso dagli altri.
Stranamente la storia inizia subito con l'incontro dei due protagonisti, Abby e Travis (cosa che non mi aspettavo assolutamente e per la quale sono stata molto grata!), e proprio per questo sono riuscita a leggerlo velocemente, poiché non c'erano mai parti che mi stufavano o dove non succedeva niente di niente. Mi piace molto il rapporto che è stato costruito tra i due protagonisti perché nonostante inizialmente da parte di lei non ci sia alcun interessamento (se non quello fisico..) nei confronti di Travis, i due instaurano un rapporto d'affetto che sta a metà tra l'amicizia e l'amore.
Lui è decisamente il mio personaggio preferito; fisico atletico, braccia tatuate, odore di tabacco e colonia, carattere impulsivo, irascibile, estremo ed imprevedibile, ma soprattutto, non si innamora mai.

“Mi manchi. Salta su e andiamo.”
Non obbiettai. Anch'io sentivo la sua mancanza, più di quanto fossi disposta a confessare. Tirai su la zip della giacca e salii dietro di lui, infilando le dita nei passanti dei jeans. Lui mi prese i polsi e se li mise intorno al petto. Dopo essersi accertato che mi tenessi saldamente, partì come un fulmine. La città si fece indistinta mentre sfrecciava via. Gli appoggiai la guancia sulla schiena e chiusi gli occhi inalando il suo profumo.

E' sicuramente il classico ragazzo che tutte vorrebbero avere, e lui non fa nulla per non approfittare della maggior parte delle ragazze del college che gli sbavano (letteralmente) dietro. Ma quando conosce Abby tutto cambia. L'infanzia passata ad assistere alla morte della madre e a vivere con i cinque fratelli più grandi e un padre che dopo la morte della moglie non ha più fatto entrare nessuna donna nella sua vita, lo portano ad instaurare un rapporto sempre più morboso nei confronti di Abby che sarà la causa della rovina di un amore che sembra destinato ad essere impossibile.

Scosse la testa disgustato. “Se non sapessi come stanno veramente le cose, direi che mi stai rinfacciando il mio passato.”

Lei, ragazza in fuga dal suo passato, cerca di lasciarsi tutto alle spalle grazie all'aiuto di America, la migliore amica che tutti vorrebbero avere (personalmente la mia migliore amica è 1000 volte meglio!) e che è disposta a prendersi cura di lei e ad assicurarsi che tutto ciò che Abby si è lasciata dietro e ha cercato con tutte le proprie forze di seppellire non ritorni più.

America era una contraddizione vivente. Si era iscritta alla Eastern in modo che potessimo stare insieme. Era la mia coscienza, pronta a intervenire quando cedevo all'innata tendenza di sgarrare.

Proprio quando tutto sembra andare bene però, ecco che anche per Abby il passato inizia a tormentarla nuovamente e la fa precipitare in un buco nero dal quale solo Travis riuscirà a salvarla. Insieme cercheranno di andare oltre alla paure che da sempre rischiano di travolgere le loro vite.
Devo onestamente aggiungere però che la parte finale del libro mi ha un po' delusa. Non che io l'abbia trovata scontata, ma che proprio non mi sia andata giù! Con tutti i finali che l'autrice avrebbe potuto pensare ha scelto proprio quello che mi ha lasciata più perplessa di tutti!
Comunque vi consiglio davvero di leggerlo se pensate che i New Adult possano fare per voi! Questo era il primo libro di quel genere in cui mi sono cimentata, e devo dire che mi è molto piaciuto. Ora non vedo l'ora di leggere Il Mio Disastro Sei Tu, che è la storia raccontata dal punto di vista maschile, quello di Travis. Sembra molto più interessante!

S. 

Nessun commento:

Posta un commento