lunedì 30 dicembre 2013

Orgoglio e Pregiudizio - Jane Austen

Buon giorno lettori! Oggi vi parlo di un classico ottocentesco che però è senza tempo e di cui tutti avrete sentito parlare almeno una volta. Si tratta di Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen. Questo romanzo, oltre che essere famoso in generale, è molto noto anche nella cinematografia (per esempio nel film Il diario di Bridget  Jones) e in altri campi.

Trama:
Elizabeth Bennet è carina, brillante, una perfetta ragazza da marito. Ma a differenza delle sorelle e in barba ai consigli della madre, non smania per darsi in sposa al primo pretendente. Ha un sogno: vuole innamorarsi e- una vera eresia per i suoi tempi- sposare l'uomo che ama. Non sembra cosa facile, ma quando si presenta alla porta di casa Bennet un nuovo vicino, il giovane Mr Darcy, il più appare fatto. Lui è bello, intelligente, pieno di fascino, eppure le cose tra  due non riescono a ingranare e tra fraintendimenti, pettegolezzi, reciproche incomprensioni sembra proprio che..

Valutazione:            |:)| |:)| |:)| |:|


Recensione:
Vi piace la copertina dell'edizione della Giunti? A me molto perché c'è questo misto di mistero (non si vede il volto della donna) e di qualcosa di affascinante nel vestito.
Bene, a parte questo inizio dicendo che questo libro è davvero molto bello, perché l'autrice è riuscita a creare dei personaggi totalmente rivoluzionari, rispetto al suo tempo (diciamo che tutti cercavano di farlo in qualche maniera!). Infatti i protagonisti delle storie d'amore del libro non sono giovani che si sono innamorati al primo sguardo e che poi si giurano amore eterno al secondo appuntamento (come le tragedie o i racconti greci d'amore), ma piuttosto sono storie d'amore crescenti. Cioè i protagonisti all'inizio provano un odio reciproco verso l'altro/a, poi però vedono il loro amore crescere nel corso della vicenda e lo vedono messo a dura prova dai fraintendimenti.
Parlando dei protagonisti, non si può non parlare di Elizabeth (Lizzy) e Darcy. La prima non mi è piaciuta molto perché, nonostante sia una ragazza diretta e sincera, è troppo altezzosa e ambiziosa, almeno a me è parsa così. E' troppo razionale ed ambisce troppo a trovare un uomo che sia alla sua altezza intellettiva e,allo stesso tempo, anche con bel po' di contanti nel portafoglio.

Sia ringraziato il cielo! Domani andrò a trovare un uomo totalmente privo di qualità gradevoli,che non ha né belle maniere né buon senso che lo renderanno gradito al prossimo.Gli uomini stupidi,in fin dei conti,sono gli unici che vale la pena conoscere. 

Invece Darcy è tutta un' altra cosa!! Infatti lui è un uomo enigmatico e un po' scontroso, ma si comprende già dal suo primo incontro che è sotto-sotto un uomo dolce e gentile,che si preoccupa molto per gli altri. Oltre a loro due,tra i personaggi c'è anche l'amico di Darcy, un ragazzo affettuoso e simpatico, e le sorelle di Lizzy, le quali vanno dalla più sentimentale alla più sconsiderata, ma che hanno tra loro una complicità e un legame unico.

"Non sarei sorpeso se la lasciasse non appena gli si presenterà l'opportunità" disse Darcy. Elizabeth non rispose. Era timorosa di parlare più a lungo del suo amicoe non avendo nient' altro da dire, decise di stare in silenzio.Lui compre le sue intenzioni e subito cominciò dicendo:"Questa sembra una casa confortevole, immagino che Lady Catherine abbia fatto molto per sistemarla quando Collins è venuto a Hunsford..."

Un'altra cosa che influenza molto i personaggi, oltre all'ambiente familiare, sono i paesaggi tipicamente inglesi e di campagna che vengono alternati a quelli cittadini. In questi magnifici paesaggi si delineano queste complicate vicende che, tuttavia hanno un nesso logico che verrà svelato alla fine. Infatti all'inizio si fatica a comprendere un po' cosa è successo tra i vari personaggi e soprattutto l'atteggiamento che hanno uno verso l'altro. Ma a parte questo, queste storie d'amore vengono descritte in modo davvero particolare, soffermandosi sui sentimenti dei protagonisti, che non possono essere giudicate banali!Anche se è u romanzo rosa e romantico, non aspettatevi qualcosa stile Beautiful (non che abbia niente contro beautiful, ma sono due generi completamente diversi!).
Infine, come botto finale, come sempre è bene parlare dell'autrice, perché è davvero una donna eccezionale e importante, ed è per questo che mi piacciono molto i suoi libri. Jane Austen, una delle poche scrittrici nella storia, è una donna che ha avuto il coraggio di mettere, da parte la sua vita privata  
per lasciare libera la sua creatività e la sua scrittura fluente e molto apprezzabile. Beh diciamo che questo coraggio però le è stato un po' imposto, visto che l'hanno costretta a scegliere tra la famiglia e il suo lavoro di scrittrice e a rinunciare all'uomo che amava (come spesso accadeva a causa della differenza sociale). Eppure lei ha messo passione,e allo stesso tempo fatica, nella scrittura dei suoi romanzi e per questo la stimo molto.
Quindi in conclusione, se amate i classici e i racconti romantici (anche se siete ragazzi!), questo romanzo fa davvero per voi! Se invece non amate questi libri, almeno apritelo e leggete qualche riga, in modo da rendere una sorta di ringraziamento alla donna che ha sacrificato tutto per l'amore della scrittura e della letteratura.

V.

Nessun commento:

Posta un commento