sabato 30 novembre 2013

Il Principe - Cassandra Clare

So che A. ha già fatto la recensione di questo libro, ma l'ho appena finito di leggere oggi e oltre ad avere una voglia matta di iniziare “La Principessa”, cosa che farò a breve, volevo comunque fare una mia recensione per voi e anche perché in un qualche modo voglio condividere la mia passione per i libri della Clare con qualcuno e non solo con la mia socia-blogger di fiducia! 

Trama:
In una Londra vittoriana fosca e inquietante, e nel suo magico mondo nascosto, Tessa Gray crede di avere finalmente trovato tranquillità e sicurezza con gli Shadowhunters, i cacciatori di demoni, che proteggono lei e il suo terribile potere dalle mire del perfido Mortmain. Ma con lui e il suo esercito di automi ancora in azione, il Consiglio vuole spodestare Charlotte Fairchild, per affidare il comando a Benedict Lightwood, uomo senza scrupoli e affamato di potere. Nella speranza di salvare Charlotte, Will, Jem e Tessa decidono di svelare i segreti del passato di Mortmain e scoprono sconvolgenti legami fra gli Shadowhunters e la chiave del mistero dell'identità di Tessa. La ragazza, intrappolata nei sentimenti che prova per Will e Jem, si trova a dover compiere una scelta cruciale quando scopre in che modo gli Shadowhunters abbiano contribuito a fare di lei "un mostro". Sconvolta, Tessa è tentata di schierarsi con il fratello Nate dalla parte di Mortmain. Ma a chi è davvero fedele? E chi ama, nel profondo del suo cuore? Soltanto lei può scegliere se salvare gli Shadowhunters di Londra oppure distruggerli per sempre.

Valutazione:  |:)| |:)| |:)| |:)| 

Recensione: 

Quanto mi è piaciuto questo libro? L'ho amato molto di più rispetto a quello precedente. Cassandra riesce a mostrarci la parte più intima e fragile dei tre personaggi principali (Tessa, Will e Jam) in modo tale che non si può non rimanere ammaliati e attratti dai caratteri unici e completamente diversi di questi tre ragazzi che proprio per questo si completano l'uno con l'altro. 
Tessa ha iniziato a conoscere sempre di più se stessa, a sapere ciò che vuole e a non arretrare mai di fronte a qualsiasi tipo di problema tanto che, per la nuova famiglia che ha trovato a Londra, sarà sempre disposta a mettere a rischio la sua vita.
Ma quando si tratta di trovarsi di fronte ad una scelta dettata dal proprio cuore, come riuscire a fare la “giusta” scelta senza ferire i sentimenti di qualcuno?
E quando il nostro cuore e la nostra anima sono legate a più di una persona? Qualcuno è destinato a soffrire.

"Io e te siamo uguali. Viviamo e respiriamo parole. [...] Sono stati i libri a farmi sentire che forse non ero completamente solo. Erano capaci di essere onesti con me, e io con loro."

Jem e Will, sempre più legati dal loro rapporto di parabatai, si sosterranno a vicenda per sempre, anche a costo di salvare la vita l'uno dell'altro.. anche a costo di vivere infelici per salvare la felicità dell'altro, perché è questo che loro devono fare l'uno per l'altro: amare l'altro più di se stessi.

"Non posso spiegare l'amore — disse il ragazzo. — Non saprei dirti se ti ho amato dal primo momento in cui ti ho visto, o se è stata la seconda, la terza o la quarta volta. Ma ricordo il primo momento in cui ti ho guardato venire verso di me e mi sono reso conto che il resto del mondo sembrava sparire quando ero con te. Che eri il centro di tutto ciò che facevo, sentivo e pensavo.”

Ma l'amore e l'amicizia, pur essendo alcuni tra i temi principali di questa saga, non saranno il filo conduttore di tutto il libro, poiché il pericolo è sempre in agguato.
Malvagità e cattiveria si nascondono tra quelli di cui ci fidiamo, tra i più ingenui e feriti..

“– Il Patto dice che non devi andare dove io non posso seguirti.
Fino alla morte – ribattè gentilmente Jem. – Sono queste le parole del giuramento. Finché nulla tranne la morte ci separi. Un giorno, Will, andrò dove nessuno potrà seguirmi, e credo che avverrà piuttosto presto. Ti sei mai chiesto perchè ho acconsentito a essere il tuo parabatai
-Non erano disponibili offerte migliori? – Will provò a buttarla sullo scherzo, ma la sua voce si incrinò come vetro”-

Tra persone che ci lasciano, quelle che ci aiutano, quelle che ci amano o che devono fingere di non amarci, Il Principe è ricco dei magici tocchi che solo la Clare sa darci in ogni suo libro. Riderete, piangerete e butterete il libro da qualche parte ogni tanto (come ho fatto io), ma vale davvero la pena di leggerlo.

Lo amerete!

S. 

Nessun commento:

Posta un commento