sabato 16 novembre 2013

Anger - Isabel Abedi

Oh grandi dei del blog! Vi prego non giudicarmi troppo duramente! Questa è la mia prima recensione vi informo che ho il 5 di Italiano! Non scherzo... siate buoni con me, ricordate che lo faccio per voi!





Trama:

Ce l'hanno fatta: tre settimane su un'isola deserta al largo di Rio de Janeiro, dove telecamere nascoste li riprenderanno ventiquattr'ore al giorno: saranno attori di un film dalla trama imprevedibile. Sono dodici ragazzi e ognuno di loro ha un motivo particolare per partecipare, sogni da coltivare e segreti da custodire. L'isola è un paradiso, ma il ruolo che i ragazzi scoprono di dover ricoprire è inquietante: undici vittime e un assassino... È solo un gioco, nessuno morirà per davvero, eppure quando Joker viene trovato sfracellato sugli scogli capiscono che il film dei loro sogni si è trasformato in un horror...


Valutazione:     |:)| |:)|


Recensione:


Generalmente non vado matta per i thriller e Anger, anche se ha delle premesse interessanti, non fa eccezione. L'idea iniziale poteva essere buona e la trama sembrava interessante, ma lo sviluppo non si è rivelato all'altezza.






Prima di tutto, le descrizioni degli ambienti a volte erano talmente lunghe e particolareggiate, che le scorrevo con lo sguardo senza leggerle realmente.
 I personaggi, anche se realistici, venivano descritti così dettagliatamente che molti degli aspetti del loro carattere risultavano essere totalmente inutili ai fini della storia. 
A parte questo, il finale e la storia mi sono piaciuti; direi che è uno di quei libri da leggere nel caso in cui non si abbia niente di meglio da fare, uno di quelli che leggi in fretta e ti dimentichi dopo due giorni, ma che almeno sul momento fa il suo dovere e ti lascia abbastanza soddisfatto.

Pix



Nessun commento:

Posta un commento