lunedì 28 ottobre 2013

Reckless Lo Specchio Dei Mondi - Cornelia Funke

Come promesso, ecco la recensione di Reckless, una favola gotica che trae spunto dalle favole da tutti amate e conosciute dei fratelli Grimm.





Trama:
C’erano una volta due fratelli…
Jacob ama la notte. Ne avverte l’oscurità sulla pelle come un mantello intessuto di libertà e pericolo. E di notte lo Specchio, occhio scintillante tra le librerie, lo attira, denso di promesse, dallo studio del padre scomparso. “Torna!” scrive il ragazzo nella polvere dello scrittoio, mentre Will, il fratello minore, dorme con la luce accesa. Però sarà Jacob a varcare la cornice di vetro e a non tornare. Il Mondo Oltre lo Specchio è un luogo terrificante, ma a volte gli fa meno paura di quello reale. Sembra abitato da unicorni, geni dell’acqua o innocui nani, e invece è la Terra dei Goyl, creature di corniola e ametista, guerrieri di un regno spietato. Sembra popolato di magici oggetti, ed è la magia di un amore disumano. Sembra che vi pulsi il cuore di una Fata da amare, tradire, e amare ancora, e sono le rosse falene, intrise di veleno, della sua Oscura Sorella. L’infanzia, tuttavia, dura un minuto e pesa come polvere di elfo. Will, ormai adulto, attraversa lo Specchio per inseguire suo fratello. I Goyl, però, inseguono lui. Vogliono che diventi uno di loro, vogliono trasformare i suoi ricordi in giada. Quanto tempo ha Jacob per salvarlo?

Valutazione:    |:)| |:)| |:)| |:)|


Recensione:

L'avventura inizia quando Will, ormai adulto, va in cerca del fratello Jacob, il quale ormai vive più volentieri nel Mondo Oltre Lo Specchio che nel nostro. Purtroppo vengono attaccati dai Goyl, guerrieri di pietra che, grazie ad un sorlegio della Fata Oscura, infettano i loro nemici trasformando anch'essi in Goyl. Will rimane coinvolto e Jacob cerca in tutti i modi di salvare il fratello da un destino poco felice e senza ricordi del suo passato. I due fratelli saranno accompagnati nel viaggio da Volpe, mutaforma amica di Jacob, e Clara, fidanzata umana di Will.

Jacob Chiuse gli occhi.
Voltò le spalle allo specchio.
Provò a tastare dietro la cornice alla ricerca di qualche serratura o chiavistello. Niente. E finiva sempre per ritrovarsi davanti la propria immagine riflessa.
Ci volle un po' perché capisse.
LO SPECCHIO SI APRE SOLO PER COLUI CHE NON VEDE SE STESSO.

Reckless è il primo romanzo di una serie (il secondo è già uscito in Italia e si chiama Fearless) e prende spunto da molte storie dei fratelli Grimm e dalla mitologia di J. R. R. Tolkien.
L'inizio del romanzo non mi ha convinta particolarmente: non capivo nulla e tutto mi sembrava confuso e fuori posto. Tuttavia con il proseguire della storia, gli elementi diventavano sempre più chiari e familiari fino a far entrare anche me nel Mondo Oltre allo Specchio. Ed è proprio questo che mi confonde: è un'idea fantastica perché l'autrice mi ha catapultata in un mondo non mio proprio come i protagonisti, o tutto ciò crea solo confusione? A voi la scelta.


L'odore di Clara era lo stesso che Volpe sentiva quando si spogliava della pelliccia. Ragazza. Donna. Molto più vulnerabile. Forte e debole allo stesso tempo. Un cuore che non conosceva corazze. Quell'odore parlava di tutto ciò che lei temeva e da cui il pelo la proteggeva. Quei passi frettolosi lo scrivevano sulla terra scura, e Volpe li seguì come se seguisse se stessa.

I personaggi di questo romanzo sono molto credibili e molto interessanti. Jacob ha vissuto nel Mondo Oltre Lo Specchio per 12 anni; sa cos'è la paura e non lo nasconde mai a se stesso. La paura e lo spirito di sopravvivenza lo hanno sempre salvato in questo mondo pericoloso, ma ciò che rifiuta sono i sentimenti buoni e genuini come l'affetto e la protettività che lo legano agli altri personaggi del libro. Clara è tosta e determinata; tuttavia non mi è piaciuta un granché, forse per la gelosia che ho provato con Volte quando accade quel che accade, o forse perché alla fine Clara è un po' il luogo comune della ragazza coraggiosa che fa di tutto per l'uomo che ama. Arriviamo dunque a Volpe: lei è in assoluto il mio personaggio preferito, perché sa parlare non solo con le parole, ma anche con gli atteggiamenti e con i suoi modi di fare. Il binomio donna-animale è l'elemento caratterizzante di questa figura: Volpe è forte e fragile allo stesso tempo, sicura di se e smarrita, passionale e protettiva. E' il personaggio che tira le fila del racconto, rimanendo comunque in secondo piano, ma portando con se una tale forza che è in grado di creare una profonda empatia. Insomma, Volpe è eccezionale, punto. Will, nonostante fosse al centro delle attenzioni di tutti, non è emerso molto psicologicamente.
Dunque, se cercate una bella favola in cui non mancano colpi di scena e romanticismo (neanche troppo, a dire il vero), non potete perdervi Reckless!

P.S. Per chi non se ne fosse accorto, Cornelia Funke è l'autrice di Cuore D'Inchiostro dal quale è stato pure tratto in film qualche anno fa ed è intitolato Inkheart.


A.

Nessun commento:

Posta un commento